A Mesola un laboratorio a cielo aperto 

da La Nuova Ferrara WEB

 

Mesola, i ragazzi del Dosso Dossi progettano un nuovo centro.

Con la pittura ad acquerello, a pennarello, con il gessetto e con la fotografia una sessantina di iscritti, tra studenti dell'istituto “Dosso Dossi”, coadiuvati dalla Facoltà di Architettura dell'Ateneo di Ferrara e liberi professionisti, si è cimentata ieri mattina, in centro storico, a dare spessore a Mesolab, laboratorio di progettazione partecipata all'aria aperta. Lo sketchmob en plein air ai piedi del castello di Mesola, ha permesso a Marco Odorizzi, responsabile dello Sportello Unico per le Attività Produttive di raccogliere insieme agli elaborati dei partecipanti, anche numerosi spunti, che saranno sottoposti al vaglio dell'Ufficio tecnico del Comune. «Faremo pannelli da esporre nei negozi già dalla prossima settimana - spiega Odorizzi - ed il materiale sarà esaminato per cogliere spunti utili a definire le nuove regole dell'arredo urbano del centro storico. Prima di assumere decisioni su come collocare tende o insegne luminose, l'amministrazione vuole intercettare spunti operativi dai partecipanti all'evento». La pioggia persistente ha poi imposto un cambio programma dell'ultimo minuto, tant'è che la tranche pomeridiana si è svolta all'interno della delizia estense, con «gli studenti che hanno assunto il punto di vista del duca, affacciandosi alle finestre del castello», commenta Odorizzi. La seconda giornata di progettazione sperimentale all'aria aperta si svolgerà sabato prossimo. Mesolab è un progetto messo in campo dal Comune, con il supporto di Sipro e con l'appoggio di Ascom e Confesercenti e con il coinvolgimento delle scuole locali e degli studenti dell'istituto "Dosso Dossi". Per il sindaco Gianni Michele Padovani è «motivo di soddisfazione la sinergia instaurata tra enti, scuole, commercianti ed associazioni di categoria, nel perseguimento di un obiettivo comune, quello di avere un borgo storico più bello e maggiore snellezza nelle attività burocratiche».

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web

 

Il Comune mappa le aziende locali di Bondeno

da Estense.com

 

Iniziativa dell'assessorato alla Attività Produttive per realizzare una fotografia del tessuto produttivo matildeo.

Bondeno. Importante iniziativa del Comune di Bondeno, assessorato alla Attività Produttive, che ha iniziato un’attività di mappatura delle aziende presenti sul territorio, al fine di realizzare una fotografia reale e aggiornata del tessuto produttivo matildeo.

Il vicesindaco Simone Saletti ha così descritto i dettagli dell’azione: “Il valore aggiunto della mappatura ci consentirà di ottenere un prospetto dettagliato del tessuto imprenditoriale, suddiviso per tipologie di attività, in modo da poter progettare azioni mirate. Intendiamo avere una solida base di conoscenza, prima di progettare – ha sottolineato Saletti -, l’obiettivo dell’Amministrazione è quello di proseguire attivamente sulla strada del sostegno alle future aziende che si insedieranno sul territorio, oltre a quelle già operanti. In questo modo potremmo raggiungere in modo tempestivo e puntuale le aziende, anche e soprattutto in merito a bandi e finanziamenti da parte di Comune, Regione o Comunità Europea, fornendo tutto il supporto possibile. Invitiamo quindi tutte le aziende che verranno contattate dai nostri operatori a collaborare per questo importante progetto”.

 

Continua in questo modo l’esperienza positiva dello Sportello Impresa, realizzato in partenariato con l’agenzia di sviluppo provinciale Sipro, presente tutti i lunedì alle 9.30 alle 12.30 presso il municipio di Bondeno.

Leggi l'articolo direttamente su Estense.com

 

Un piano per la zona Sipro 

da La Nuova Ferrara WEB

In piedi una serie di interventi importanti per il territorio

 

SAN GIOVANNI. È in procinto di partire un corposo e oculato piano per migliorare e potenziare il decoro nella zona industriale Sipro di San Giovanni d’Ostellato. 

Un’area di grande importanza, non solo per il territorio comunale di Ostellato, ma anche per tutto l’intero recinto regionale in considerazione della presenza di diverse aziende multinazionali di grandissimo livello e di altre realtà a carattere artigianale che tuttavia hanno saputo caratterizzarsi sul mercato, affrontando la crisi degli ultimi anni in maniera intelligente. 

«Abbiamo messo in piedi una serie d’interventi importanti – ha commentato il sindaco Andrea Marchi –, che non avranno carattere episodico, ma che saranno continui. Un giorno alla settimana, presumibilmente il lunedì, tre operatori saranno dislocati nell’area industriale per la raccolta di cartacce e piccoli rifiuti in strade e aree verdi, che provvederanno quindi alla cosiddetta piccola pulizia puntuale. Inoltre – ha proseguito Marchi – stiamo facendo un monitoraggio settimanale con i nostri tecnici per registrare l’eventuale presenza di rifiuti ingombranti e provvedere alla loro rimozione in tempi brevi. Per quanto riguarda la cura del verde, invece, quest’anno passeremo dai tre sfalci stagionali ai sei totali (stesso numero per le aree urbane, ndr).

Procederemo, inoltre, con la pulizia delle erbe infestanti soprattutto nel monumento situato all’ingresso dell’area Sirpo che è un vero e proprio biglietto da visita. Infine, anche il canneto del fosso parallelo, in prossimità della strada provinciale Luigia, sarà sistemato per permettere una migliore visibilità d’accesso». 

Tanti interventi, fortemente voluti per sostenere un’area così significativa, sulla quale venivano già eseguite operazioni, ma che con il loro potenziamento, trarrà sicuramente ulteriore giovamento.

Marchi ha poi proseguito nella sua spiegazione: «Inoltre, nelle scorse settimane abbiamo dato una bella rinfrescata a tutta la segnaletica orizzontale, compresi i parcheggi e nel prossimo periodo metteremo mano anche alla pulizia dei cordoli stradali e alla pubblica illuminazione con Citelum che sostituirà integralmente tutti i corpi illuminanti prioritari presenti nell’area, per poi proseguire con la stessa operazione su tutto il territorio comunale nel corso degli anni. 

Concludo dicendo che anche alcuni tratti ammalorati nella zona Sipro saranno asfaltati e il terzo lotto, attualmente ancora non abitato da aziende, sarà momentaneamente chiuso per scoraggiare l’abbandono dei rifiuti nelle ore notturne». 

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web

 

Sportello energia cittadino

da La Nuova Ferrara WEB

Prosegue la partecipazione del Comune di Ferrara a CitiEnGov, progetto dell'Unione Europea per la governance energetica delle città, al quale aderiscono diverse città, agenzie locali e aziende di...

 

Prosegue la partecipazione del Comune di Ferrara a CitiEnGov, progetto dell'Unione Europea per la governance energetica delle città, al quale aderiscono diverse città, agenzie locali e aziende di Polonia, Ungheria, Slovenia, Croazia, Italia, Austria e Germania, guidato da Sipro Ferrara. Il Comune di Ferrara - rappresentato dal direttore tecnico Fulvio Rossi e dal responsabile dei sistemi informativi e del gruppo di lavoro smart city Fabio de Luigi - ha partecipato alla visita di studio di tre giorni che si è tenuta a Bydgoszcz (Polonia), dove ha presentato e condiviso con gli altri partner la propria proposta di modello organizzativo per uno Sportello Energia cittadino. Sono state quindi discusse le varie problematiche che ciascuno sta affrontando e le possibili soluzioni allo studio, anche nell'ambito dei vari Piani di Azione per le Energie Sostenibili e il Clima (il cosiddetto “patto dei Sindaci”) che tutti stanno portando avanti. Nel corso della tre giorni sono stati inoltre effettuati due incontri di studio specifici su soluzioni smart city ad elevata componente tecnologica, realizzate dalla città ospite con importanti finanziamenti comunitari, per il controllo del traffico e la gestione della pubblica illuminazione.

 

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web

 

La Sipro vuole fare la “calamita”

da La Nuova Ferrara WEB

L’amministratore Orsatti: clima cambiato, saremo attrattivi anche per l’estero

La Sipro-Agenzia di sviluppo è stata fin dalla sua nascita la “bambinaia” dell’area Pmi, con l’obiettivo farla crescere bene edificando e vendendo più lotti possibile. Il tema di una nuova fase di sviluppo di quell’area, come di altre sparse per il territorio provinciale, è da un mese e mezzo nelle mani di Paolo Orsatti, la cui nomina ad amministratore unico della Sipro è stata annunciata dal sindaco Tiziano Tagliani alla conferenza stampa pre-natalizia. Orsatti sta ancora mettendo a punto le linee strategiche del proprio mandato, ma qualche anticipazione sul piano anti-deindustrializzazione la fornisce: «La Sipro, questo è il mio intendimento, non deve più essere parte passiva dello sviluppo industriale, quella che attende cioè l’arrivo dell’imprenditore al quale vendere l’area, ma parte attiva. Deve cioè diventare capace di attrarre nuova imprenditorialità, e per questo deve muoversi nei luoghi di promozione, nelle fiere specializzate, anche a livello internazionale. Penso alla Pmi ma anche alle altre aree della provincia». Concetti a dire il vero non nuovi, da parte dei vertici della Sipro, ma secondo Orsatti («non intendo fare confronti con le gestioni passate» sottolinea) il clima sta cambiando in positivo, facendo pensare alla possibilità di ottenere risultati concreti: «Oggi sottoscriverò il secondo rogito da quando mi sono insediato, si tratta di un risultato non trascurabile che a mio avviso segna una novità: il contesto economico sembra in fase di cambiamento, dopo l’interminabile crisi, quindi c’è attenzione nei confronti di chi può offrire opportunità d’insediamento».

Sipro ha come soci tutti i Comuni del Ferrara, Provincia, Camera di Commercio, Cassa di Risparmio di Ferrara, Cassa di Risparmio di Cento e Monte dei Paschi di Siena. I suoi obiettivi sono tre: attrattività d’impresa, promozione dei fondi europei e promozione del sistema territoriale. È chiaro che per contrastare la crescita delle “macchie di ruggine”, piccole rust belt , bisognerebbe mettere in campo anche altri strumenti.

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web

 

Sostegno all’impresa e al lavoro con il microcredito. SIPRO braccio operativo del protocollo tra comune e COFITER

da Anna Fregnan (SIPRO)

Sipro, nell'ambito del protocollo d'intesa tra Comune di Ferrara e COFITER per supportare l’imprenditorialità locale attraverso l’erogazione diretta di microcredito, fungerà da soggetto operativo per conto del Comune e della Cassa di Risparmio di Cento, che attraverso una convenzione stipulata con Cofiter garantirà il parziale abbattimento di alcune spese a carico delle aziende.

Le domande potranno essere inoltrate a Sipro da martedì 13 settembre tramite l'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per ulteriori informazioni telefonare allo 0532/243484 oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Maggiori informazioni su:

http://www.telestense.it/sostegno-allimpresa-e-al-lavoro-con-il-microcredito-firmato-protocollo-comune-e-cofiter-20160912.html?cat=18

http://www.estense.com/?p=570016

Parte il progetto europeo Central Europe-CitiEnGov  - comunicato (2)

da Anna Fregnan (SIPRO)

Parte il progetto europeo Central Europe-CitiEnGov 

Si incontrano oggi per la prima volta a Ferrara 10 enti provenienti da 7 Paesi europei per lavorare su politiche e strategie innovative per l’efficienza energetica. Questo  grazie al progetto Europeo CitiEnGov, promosso e gestito da SIPRO- Agenzia provinciale per lo sviluppo. 

 

Il progetto, che ha un budget complessivo di oltre 2 milioni di Euro, consentirà, tra le varie attività, di aiutare i comuni ad elaborare piani per l’efficientamento energetico, soluzioni per favorire l’adozione di energie rinnovabili e promuovere comportamenti energicamente efficienti da parte dei cittadini. Questi interventi  saranno condivisi e testati a Ferrara ma anche a Ludwigsburg  (Germania)- città premiata per 2 anni con gli Energy Award europei-, a Weiz (Austria) e in due città del nord e del centro della Polonia. A Spalato (Croazia) verrà sperimentato un sistema innovativo per l’illuminazione pubblica in un quartiere, per poi estenderlo al resto della città. Inoltre Agenzie per l’energia slovene e ungheresi contribuiranno direttamente alla definizione di piani energetici locali e regionali.

“Per il Comune di Ferrara esprimo grande soddisfazione poiché  il progetto consentirà di acquisire delle dotazioni tecniche che permetteranno di rafforzare la semplificazione amministrativa attraverso una migliore gestione delle pratiche edilizie relative a interventi di efficientamento energetico, oltre a consentire la sensibilizzazione dei comportamenti di risparmio energetico dei nuclei famigliari attraverso gruppi pilota che verranno selezionati” sottolinea l’Assessore all’Ambiente e ai Progetti Europei del Comune di Ferrara, Caterina Ferri.  

“Il progetto CitiEnGov è strategico per il territorio ferrarese perché consentirà di conoscere le esperienze più all’avanguardia già sviluppate dai partner sul tema dell’efficienza energetica”, evidenzia Caterina Brancaleoni-Presidente di SIPRO- “ad esempio nell’area di Weiz dove estese sperimentazioni sono state realizzate sul tema degli edifici passivi e ad energia quasi a zero, oltre a permettere una serie di attività di formazione del personale che si occupa delle tematiche legate all’energia per gli enti pubblici. Lavorare sul tema dell’efficientamento energetico significa soprattutto favorire filiere del nostro sistema produttivo legato ai sistemi innovativi dell’edilizia intelligente.”

I due giorni di incontro si concluderanno con una visita studio per presentare lo stato dell’arte del territorio regionale, che includerà interventi di dirigenti del Comune di Ferrara, Anci Emilia Romagna e Arpa Emilia Romagna.  

 

Per informazioni:

SIPRO - 0532243484 

 

Scarica il comunicato stampa 

Parte il progetto europeo Central Europe-CitiEnGov  - comunicato

da Anna Fregnan (SIPRO)

Comunicato stampa

Parte il progetto europeo Central Europe-CitiEnGov 

Si incontrano oggi per la prima volta a Ferrara 10 enti provenienti da 7 Paesi europei per lavorare su politiche e strategie innovative per l’efficienza energetica. Questo  grazie al progetto Europeo CitiEnGov, promosso e gestito da SIPRO- Agenzia provinciale per lo sviluppo. 

 

Il progetto, che ha un budget complessivo di oltre 2 milioni di Euro, consentirà, tra le varie attività, di aiutare i comuni ad elaborare piani per l’efficientamento energetico, soluzioni per favorire l’adozione di energie rinnovabili e promuovere comportamenti energicamente efficienti da parte dei cittadini. Questi interventi  saranno condivisi e testati a Ferrara ma anche a Ludwigsburg  (Germania)- città premiata per 2 anni con gli Energy Award europei-, a Weiz (Austria) e in due città del nord e del centro della Polonia. A Spalato (Croazia) verrà sperimentato un sistema innovativo per l’illuminazione pubblica in un quartiere, per poi estenderlo al resto della città. Inoltre Agenzie per l’energia slovene e ungheresi contribuiranno direttamente alla definizione di piani energetici locali e regionali.

“Per il Comune di Ferrara esprimo grande soddisfazione poiché  il progetto consentirà di acquisire delle dotazioni tecniche che permetteranno di rafforzare la semplificazione amministrativa attraverso una migliore gestione delle pratiche edilizie relative a interventi di efficientamento energetico, oltre a consentire la sensibilizzazione dei comportamenti di risparmio energetico dei nuclei famigliari attraverso gruppi pilota che verranno selezionati” sottolinea l’Assessore all’Ambiente e ai Progetti Europei del Comune di Ferrara, Caterina Ferri.  

“Il progetto CitiEnGov è strategico per il territorio ferrarese perché consentirà di conoscere le esperienze più all’avanguardia già sviluppate dai partner sul tema dell’efficienza energetica”, evidenzia Caterina Brancaleoni-Presidente di SIPRO- “ad esempio nell’area di Weiz dove estese sperimentazioni sono state realizzate sul tema degli edifici passivi e ad energia quasi a zero, oltre a permettere una serie di attività di formazione del personale che si occupa delle tematiche legate all’energia per gli enti pubblici. Lavorare sul tema dell’efficientamento energetico significa soprattutto favorire filiere del nostro sistema produttivo legato ai sistemi innovativi dell’edilizia intelligente.”

I due giorni di incontro si concluderanno con una visita studio per presentare lo stato dell’arte del territorio regionale, che includerà interventi di dirigenti del Comune di Ferrara, Anci Emilia Romagna e Arpa Emilia Romagna.  

 

Per informazioni:

SIPRO - 0532243484 

 

Scarica il comunicato stampa 

Lavoro per Ferrara, una sinergia fra enti e istituzioni per creare nuove opportunità

da Anna Fregnan (SIPRO)

Si è svolto ieri pomeriggio, martedì 24 maggio nella sala dell'Arengo (residenza municipale), il primo incontro di presentazione di "Lavoro per Ferrara: attrattiva per le imprese, accogliente per le persone", la declinazione locale del patto regionale per il lavoro. Si tratta di una azione messa in campo nel nostro territorio in collaborazione con con l'Università di Ferrara, la Camera di Commercio, le Associazioni delle imprese, il Forum del Terzo Settore e le Organizzazioni sindacali. Tra i partecipanti all'incontro - oltre all'assessora comunale Caterina Ferri, alla dirigente comunale Barbara Celati e ai rappresentanti degli enti coinvolti - i Presidenti delle Unioni dei Comuni e funzionari della Sipro.

 

Cronaca Comune