Tappeto rosso per le imprese che investono a Ferrara: il piano di Sipro

da Telestense

 

E ’ un patto che dovrà servire sopratutto le piccole amministrazioni affinché a chi vuole investire nel ferrarese possa essere fornita la giusta assistenza per creare impresa nel nostro territorio.

 

E’ anche un patto che mette insieme tutti i soggetti che servono per creare le giuste condizioni affinché un’azienda decida di investire da noi e crei sviluppo e occupazione.

Guarda il video e leggi l'articolo direttamente su Telestense 

InvestinFerrara”, il nuovo progetto per ‘catturare’ nuove imprese

da Estense.com

Sipro mette a punto un sistema per facilitare gli investimenti nel territorio estense

Mettere tutte le forze insieme per creare il terreno giusto affinché le imprese decidano di investire nel territorio provinciale di Ferrara.

È questo l’obiettivo del nuovo progetto di Sipro, denominato “InvestInFerrara” e che coinvolge tutta la ‘filiera’ istituzionale e di associazioni di categoria per agevolare l’arrivo di nuove imprese. Il progetto prevede un sistema di facilitazioni per gli imprenditori, a partire dalla figura del “referente unico”: ovvero un solo interlocutore per ciascun impresa, in grado di seguire passo passo tutte le attività e le richieste avanzate dalle imprese che vogliono insediarsi. Ma il pacchetto è composto anche di un iter autorizzativo agevolato, incentivi fiscali (su Imu e Tari) e un percorso per l’individuazione semplice dei terreni su cui costruire i capannoni a prezzi vantaggiosi e/o nel contesto imprenditoriale più adatto, con tempi e costi certi per la realizzazione.

Il progetto, presentato al Castello Estense mercoledì, prevede anche alcuni step di controllo della sua efficacia in modo da poter essere ricalibrato e adeguato alle esigenze dei potenziali investitori.

 

Il tutto con la collaborazione non solo delle associazioni di categoria e di quelle professionali ma anche – come necessario – delle istituzioni locali, Comuni e Provincia.

Leggi l'articolo direttamente su Estense.com

Promuovere uno sviluppo d'impresa sostenibile

da Corriere della Sera

L'obiettivo di SIPRO, agenzia per lo sviluppo

Favorire insediamenti aziendali tutelando e valorizzando il territorio.

È dal 1975 che Sipro opera a Ferrara per promuovere una cultura d'impresa aperta all'innovazione e all'internazionalizzazione dei progetti. Nel tempo ha ampliato la sua area d'azione, sia territorialmente che a livello di competenze, divenendo dal 1999 Agenzia Provinciale per lo Sviluppo, con il compito di agire sull'intero territorio provinciale di Ferrara.

Tutta la sua azione ruota attorno ai tre “fulcri” costituiti dal territorio, dalle idee e dalle persone, ed in concreto l'attività si muove su diversi binari:

- la promozione di uno sviluppo sostenibile, dando vita ad aree industriali con infrastrutture avanzate sia sul piano tecnologico che ambientale ed energetico;

- la limitazione del consumo del territorio, concentrando i poli industriali e recuperando siti dismessi;

- l'attrazione di investimenti dall'esterno, per la nascita di nuovi insediamenti artigianali ed industriali capaci di creare occupazione di qualità;

- il dialogo con tutti gli attori locali, per individuare i vantaggi per le nuove imprese che si insediano;

- il sostegno alle attività già presenti sul territorio, favorendo la creazione di reti di imprese per mettere in atto progetti di sviluppo congiunti;

- l'individuazione di canali di finanziamento (sia di carattere regionale, che nazionale o europeo) che consentano di realizzare interventi a ricaduta locale.

Per fare tutto questo, Sipro si avvale di un team di professionisti altamente preparati, dotati di competenze avanzate tra loro complementari. Nell'ambito delle professionalità messe a disposizione per svolgere le sue attività ed erogare i servizi che fornisce si annoverano ingegneri esperti in progettazione di aree produttive, esperti nell’area giuridico-amministrativa, economisti, esperti nello sviluppo locale, nello start up d'impresa e nella predisposizione e gestione di progetti europei.

Come possono testimoniare le moltissime aziende che sino ad oggi si sono rivolte a Sipro,  chiunque vi si affidi può essere certo di ricevere un supporto valido, offerto tramite strutture e persone che, con grande energia ed esperienza nel campo, saranno in grado di guidare  il business intrapreso verso il successo.

 

Il “Pacchetto localizzativo” con Sipromuove: i nuovi progetti per l'attrattività

Uno degli obiettivi più rilevanti di Sipro è promuovere e rendere più attrattivo il territorio ferrarese favorendo strategie legate alla creazione di nuovi posti di lavoro, al potenziamento dell’imprenditoria e alla riqualificazione del territorio. Per questo si sta lavorando su un “Pacchetto localizzativo”, con misure amministrative ed economiche da offrire ai potenziali investitori esterni:

- il Pacchetto localizzativo è frutto di un percorso partecipato, di dialogo e confronto con tutti i portatori di interesse, per attrarre nuovi investimenti in alcune aree industriali. Sotto il brand Investinferrara, si stipulano accordi con gli Enti Locali (come i Comuni), per la concessione di sgravi fiscali ed incentivi, e con associazioni professionali e di categoria, che offrono le loro professionalità a prezzi più bassi.

- Sipromuove si colloca nel quadro del primo progetto.  Letteralmente, Sipro si muove verso il territorio, tramite una rete di sportelli: è a disposizione a Bondeno il martedì, a Fiscaglia il mercoledì, a Codigoro il giovedì e a Ferrara il venerdì, con orario 10-13; ma Sipro si sposta anche presso le aziende, su richiesta delle stesse.

 

Leggi l'articolo direttamente sullo Speciale Ferrara Economia

 

Bondeno vita alla mappa di tutte le aziende 

da La Nuova Ferrara WEB

Nuovo progetto del Comune. Il vicesindaco: lo scopo è censire le ditte per poi lanciare interventi mirati

BONDENO. Il Comune ha dato il via al progetto per realizzare una vera e propria mappa delle aziende locali. L’iniziativa - che ha lo scopo di fare un fedele punto della situazione per quanto riguarda le attività produttive - è promossa dall’assessorato comunale alla Attività produttive, che da alcuni giorni ha iniziato un’attività di mappatura delle aziende presenti sul territorio, al fine di realizzare una fotografia reale e aggiornata del tessuto produttivo matildeo.

Il vicesindaco Simone Saletti ha così descritto i dettagli dell’azione: «Il valore aggiunto della mappatura ci consentirà di ottenere un prospetto dettagliato del tessuto imprenditoriale, suddiviso per tipologie di attività, in modo da poter progettare azioni mirate». 

Nelle intenzioni dell’assessorato è arrivare ad avere una «solida base di conoscenza, prima di progettare», ha sottolineato Saletti. Questo perché l’amministrazione municipale deve essere in grado di fare i conti precisi della situazione economica, anche a causa di quelli i che sono stato gli effetti della crisi, con la chiusura di diverse attività, mentre altre aziende che avevano programmato di insediarsi nelle aree messe a disposizione hanno dovuto cambiare progetti. Una immagine fedele della situazione economica permetterà al Comune, ribadisce Saletti «di proseguire attivamente sulla strada del sostegno alle future aziende che si insedieranno sul territorio - ricorda il vicesindaco - oltre a quelle già operanti. In questo modo potremmo raggiungere in modo tempestivo e puntuale le aziende, anche e soprattutto in merito a bandi e finanziamenti da parte di Comune, Regione od Unione Europea, fornendo tutto il supporto possibile». Da qui l’invito dell’amministrazione comunale a tutte le aziende, «che verranno contattate dai nostri operatori perché collaborino con questo importante progetto».

Continua in questo modo l’esperienza dello Sportello Impresa, realizzato in partenariato con l’agenzia di sviluppo provinciale Sipro, presente tutti i lunedì alle 9.30 alle 12.30 presso il municipio di Bondeno.

 

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web

 

Nuovo servizio per le imprese di Codigoro. Un aiuto dai bandi ai progetti

da La Nuova Ferrara WEB

La progettata attivazione di uno sportello imprese in ambito comunale di Codigoro, ha fatto un significativo passo in avanti. Infatti, di recente l’amministrazione comunale ha stipulato con Sipro-Agenzia provinciale per lo sviluppo S.p.a. una convenzione sia per il servizio di assistenza per la partecipazione a bandi e finanziamenti esterni che per l’attivazione dello sportello imprese. E proprio nell’ambito delle politiche di sviluppo del territorio comunale anche attraverso la possibilità di presentare progetti per l’ottenimento di finanziamenti esterni, l’amministrazione comunale codigorese intende attivare i necessari servizi relativi alle eventuali candidature oltre che attivare un supporto alle imprese del territorio per la ricerca di fonti di sviluppo per la propria attività. In questo ambito, Sipro risulta in possesso di professionalità appositamente dedicate a tale attività e per questo il Comune, in qualità di socio, ha deciso di sottoscrivere una specifica convenzione. Infatti, tale collaborazione è funzionale all’attivazione di un supporto tecnico in grado di coadiuvare l’azione dell’amministrazione per un’attività non espletabile con il proprio personale interno. In questo ambito di collaborazione, Sipro si è resa disponibile ad attivare, altresì, uno sportello territoriale presso la sede municipale con la presenza di un operatore mezza giornata la settimana. Per l’attivazione della collaborazione, spesa prevista da corrispondere a Sipro è quantificata complessivamente in € 7.320 lordi. (pg.f.)

 

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web

 

A Mesola un laboratorio a cielo aperto 

da La Nuova Ferrara WEB

 

Mesola, i ragazzi del Dosso Dossi progettano un nuovo centro.

Con la pittura ad acquerello, a pennarello, con il gessetto e con la fotografia una sessantina di iscritti, tra studenti dell'istituto “Dosso Dossi”, coadiuvati dalla Facoltà di Architettura dell'Ateneo di Ferrara e liberi professionisti, si è cimentata ieri mattina, in centro storico, a dare spessore a Mesolab, laboratorio di progettazione partecipata all'aria aperta. Lo sketchmob en plein air ai piedi del castello di Mesola, ha permesso a Marco Odorizzi, responsabile dello Sportello Unico per le Attività Produttive di raccogliere insieme agli elaborati dei partecipanti, anche numerosi spunti, che saranno sottoposti al vaglio dell'Ufficio tecnico del Comune. «Faremo pannelli da esporre nei negozi già dalla prossima settimana - spiega Odorizzi - ed il materiale sarà esaminato per cogliere spunti utili a definire le nuove regole dell'arredo urbano del centro storico. Prima di assumere decisioni su come collocare tende o insegne luminose, l'amministrazione vuole intercettare spunti operativi dai partecipanti all'evento». La pioggia persistente ha poi imposto un cambio programma dell'ultimo minuto, tant'è che la tranche pomeridiana si è svolta all'interno della delizia estense, con «gli studenti che hanno assunto il punto di vista del duca, affacciandosi alle finestre del castello», commenta Odorizzi. La seconda giornata di progettazione sperimentale all'aria aperta si svolgerà sabato prossimo. Mesolab è un progetto messo in campo dal Comune, con il supporto di Sipro e con l'appoggio di Ascom e Confesercenti e con il coinvolgimento delle scuole locali e degli studenti dell'istituto "Dosso Dossi". Per il sindaco Gianni Michele Padovani è «motivo di soddisfazione la sinergia instaurata tra enti, scuole, commercianti ed associazioni di categoria, nel perseguimento di un obiettivo comune, quello di avere un borgo storico più bello e maggiore snellezza nelle attività burocratiche».

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web

 

Il Comune mappa le aziende locali di Bondeno

da Estense.com

 

Iniziativa dell'assessorato alla Attività Produttive per realizzare una fotografia del tessuto produttivo matildeo.

Bondeno. Importante iniziativa del Comune di Bondeno, assessorato alla Attività Produttive, che ha iniziato un’attività di mappatura delle aziende presenti sul territorio, al fine di realizzare una fotografia reale e aggiornata del tessuto produttivo matildeo.

Il vicesindaco Simone Saletti ha così descritto i dettagli dell’azione: “Il valore aggiunto della mappatura ci consentirà di ottenere un prospetto dettagliato del tessuto imprenditoriale, suddiviso per tipologie di attività, in modo da poter progettare azioni mirate. Intendiamo avere una solida base di conoscenza, prima di progettare – ha sottolineato Saletti -, l’obiettivo dell’Amministrazione è quello di proseguire attivamente sulla strada del sostegno alle future aziende che si insedieranno sul territorio, oltre a quelle già operanti. In questo modo potremmo raggiungere in modo tempestivo e puntuale le aziende, anche e soprattutto in merito a bandi e finanziamenti da parte di Comune, Regione o Comunità Europea, fornendo tutto il supporto possibile. Invitiamo quindi tutte le aziende che verranno contattate dai nostri operatori a collaborare per questo importante progetto”.

 

Continua in questo modo l’esperienza positiva dello Sportello Impresa, realizzato in partenariato con l’agenzia di sviluppo provinciale Sipro, presente tutti i lunedì alle 9.30 alle 12.30 presso il municipio di Bondeno.

Leggi l'articolo direttamente su Estense.com

 

Un piano per la zona Sipro 

da La Nuova Ferrara WEB

In piedi una serie di interventi importanti per il territorio

 

SAN GIOVANNI. È in procinto di partire un corposo e oculato piano per migliorare e potenziare il decoro nella zona industriale Sipro di San Giovanni d’Ostellato. 

Un’area di grande importanza, non solo per il territorio comunale di Ostellato, ma anche per tutto l’intero recinto regionale in considerazione della presenza di diverse aziende multinazionali di grandissimo livello e di altre realtà a carattere artigianale che tuttavia hanno saputo caratterizzarsi sul mercato, affrontando la crisi degli ultimi anni in maniera intelligente. 

«Abbiamo messo in piedi una serie d’interventi importanti – ha commentato il sindaco Andrea Marchi –, che non avranno carattere episodico, ma che saranno continui. Un giorno alla settimana, presumibilmente il lunedì, tre operatori saranno dislocati nell’area industriale per la raccolta di cartacce e piccoli rifiuti in strade e aree verdi, che provvederanno quindi alla cosiddetta piccola pulizia puntuale. Inoltre – ha proseguito Marchi – stiamo facendo un monitoraggio settimanale con i nostri tecnici per registrare l’eventuale presenza di rifiuti ingombranti e provvedere alla loro rimozione in tempi brevi. Per quanto riguarda la cura del verde, invece, quest’anno passeremo dai tre sfalci stagionali ai sei totali (stesso numero per le aree urbane, ndr).

Procederemo, inoltre, con la pulizia delle erbe infestanti soprattutto nel monumento situato all’ingresso dell’area Sirpo che è un vero e proprio biglietto da visita. Infine, anche il canneto del fosso parallelo, in prossimità della strada provinciale Luigia, sarà sistemato per permettere una migliore visibilità d’accesso». 

Tanti interventi, fortemente voluti per sostenere un’area così significativa, sulla quale venivano già eseguite operazioni, ma che con il loro potenziamento, trarrà sicuramente ulteriore giovamento.

Marchi ha poi proseguito nella sua spiegazione: «Inoltre, nelle scorse settimane abbiamo dato una bella rinfrescata a tutta la segnaletica orizzontale, compresi i parcheggi e nel prossimo periodo metteremo mano anche alla pulizia dei cordoli stradali e alla pubblica illuminazione con Citelum che sostituirà integralmente tutti i corpi illuminanti prioritari presenti nell’area, per poi proseguire con la stessa operazione su tutto il territorio comunale nel corso degli anni. 

Concludo dicendo che anche alcuni tratti ammalorati nella zona Sipro saranno asfaltati e il terzo lotto, attualmente ancora non abitato da aziende, sarà momentaneamente chiuso per scoraggiare l’abbandono dei rifiuti nelle ore notturne». 

Leggi l'articolo direttamente su La Nuova Ferrara Web